Come funziona il Forex?

Da un po’ di tempo siamo sommersi da una valanga di mail in cui molte persone sostengono di aver cambiato la loro vita dopo aver conosciuto il Forex.

Di cosa si tratta? Forex è l’acronimo di FOReign Exchange Market e non è altro che il mercato su cui vengono scambiate le valute.

Il mercato Forex presenta livelli di liquidità molto elevati ed è un mercato facilmente accessibile, anche dai piccoli investitori, grazie alle piattaforme online messe a disposizione da numerosi broker che permettono ai trader di investire direttamente dal pc. Quasi tutti i broker mettono a disposizione dei trader delle piattaforme demo (in cui si investe denaro virtuale), per apprendere il funzionamento del mercato e capirne le dinamiche.

Molto spesso nelle mail, i protagonisti ci raccontano di riuscire a vivere esclusivamente occupandosi di Forex.

E’ possibile tutto ciò? Il mercato Forex soggiace alle regole che contraddistinguono tutti i mercati finanziari, in particolare alla legge che fa corrispondere ad un rendimento elevato un rischio di perdita altrettanto alta.

Vivere di Forex è possibile solo rischiando cifre molto elevate e possedendo un’elevata conoscenza del mercato. Ecco alcune nozioni per chi volesse mettersi alla prova col mercato Forex.

Forex: il funzionamento del mercato

Obiettivo del trader è trarre profitto dalle variazioni dei tassi di cambio delle valute nel tempo.
Acquistare una coppia valutaria significa acquistare la valuta base e vendere la valuta quotata per un importo di pari valore. Ad esempio, se il tasso GBP/USD=1,6412, acquistando la coppia valutaria devo pagare 1,6412 dollari americani per ogni sterlina. Se in futuro il tasso di cambio passerà a 1,7000 e venderò la coppia valutaria, otterrò in cambio 1,7000 dollari per ogni sterlina, e guadagnerò 0,3588 dollari per ogni sterlina acquistata.

Da questo esempio dovrebbe essere chiaro che per guadagnare sul mercato Forex bisogna acquistare le coppie valutarie in cui prevediamo una rivalutazione della valuta base (la prima indicata nel rapporto) rispetto alla valuta quotata.

Sul mercato Forex vengono negoziate una pluralità di valute ma le più negoziate sono quelle che offrono maggiori garanzie di stabilità: Euro (EUR), Dollaro americano (USD), australiano (AUD), neozelandese (NZD), canadese (CAD), Sterlina britannica (GPB), Yen giapponese (JPY), e Franco svizzero (CHF).
Il prezzo di vendita e di acquisto di una coppia valutaria, in un dato momento, non è uguale.

La differenza, detta bid/ask spread, non è altro che la commissione pagata al broker per l’utilizzo della piattaforma. Una compravendita è quindi vantaggiosa esclusivamente se la variazione positiva del tasso di cambio compensa lo spread.

Possiamo concludere dicendo che sicuramente non si tratta di una truffa (bisogna comunque diffidare dai tanti criminali online che si fingono broker e spariscono con i soldi) e che effettivamente, operando con criterio, è possibile conseguire dei profitti sul mercato Forex, ma prima di cominciare a negoziare è necessario apprendere le dinamiche che spingono i tassi di cambio a variare nel tempo. Un buon trader deve necessariamente essere in grado di fare previsioni corrette e ciò può avvenire esclusivamente attraverso un’analisi tecnica.