Investire in oro

Una forma d’ investimento molto richiesta tutt’ oggi consiste nell’ investire in oro, infatti l’oro è tutt’ oggi un bene di rifugio.

Infatti nonostante i problemi sui mercati finanziari degli ultimi tre anni, il prezzo di questa metallo prima ha toccato livelli record, passando dai 700 dollari l’oncia (un’oncia è pari a 28,35 grammi) dell’autunno del 2008 fino a superare i 1.600 dollari l’oncia.
Oggi all’ inizio del 2012 un grammo di oro supera i 43 euro di valore ed le prospettive sono buone, considerando i problemi persistenti della zona euro ed la situazione generale dei mercati finanziari.

Chi nel 2008 ai titoli azionari che hanno perso in alcuni casi + del 40% avesse preferito l’ investimento in oro oggi avrebbe avuto un + 50 % sul suo investimento.

Inoltre per gli investitori esperti , l’oro rappresenta da sempre una riserva di ricchezza da accumulare negli anni, soprattutto quando i mercati finanziari traballano.

Inoltre è il bene rifugio per eccellenza quando ci sono aspettative di rialzo dell’inflazione, cioè quando i prezzi al consumo salgono e minacciano di erodere il potere d’acquisto della moneta, oltre comunque ad essere un’ ottima alternativa per suddividere il patrimonio finanziario familiare ripartendo i rischi tra le varie formule d’ investimento.

Non per nulla si stanno diffondendo a macchia d’olio nelle nostre città i “Compro Oro”.

I risparmiatori hanno varie possibilità per gli investimenti in oro, è possibile infatti acquistare sia oro fisico che  virtuale.
Per chi vuole toccare con mano l’ oro può optare per le monete o i lingotti, ampia scelta esiste per  le  monete d’oro, esse sono emesse da Governi di tutto il mondo, il cui valore di mercato dipende dal peso della moneta (Sterlina, Marengo, ecc…).

I lingotti invece possono essere acquistati in base al peso partono da 1 g in su ed vengono coniati anche a richiesta, tra l’altro è presente un distributore automatico di rivendita lingotti presso l’Aereoporto Oro al Serio di Bergamo che sta incontrando il favore dei viaggiatori.

Per le soluzioni virtuali ci sono per i grandi patrimoni e i piccoli varie possibilità:

A) Deposito in oro – Essi sono proposti dalle  grandi banche dove l’oro viene custodito in un caveau, numerati e identificati in base ad un marchio ufficiale di garanzia. L’investitore paga un canone di deposito ed il costo di una  polizza di assicurazione contro eventuali furti.
B) Certificati aurei –  Banche  Svizzera e Tedesche offrono al momento la possibiltà di investire in  certificati aurei che permettono agli investitori di possedere l’oro senza la consegna fisica del materiale. I certificati rappresentano un titolo di proprietà che può essere ceduto in qualsiasi momento previo una  semplice telefonata alla banca stessa.

Inoltre esiste la possibilità di acquistare ETF ed ECT sul oro, essi sono strumenti finanziari che consentono agli investitori d’acquistare materie prime (petrolio, prodotti agricoli,metalli presiosi), non hanno una scadenza prefissata.
Gli ETF ed ETC sono negoziabili sui mercati azionari, durante i normali orari di contrattazione 9 – 17:25 dal lunedi al venerdi tramite i normali intermediari finanziari (Banche o Sim).

Il capital gain da operazioni in ETF ed ETC prevedono il pagamento di un’ aliquota del 20% sul risultato derivante dall’ operazione.

Gli ETC replicano completamente il prezzo dell’ oro fisico, se il costo sale aumenta il valore dell’ ETC, se il prezzo scende il valore dell’ ETC cala, infatti acquistando questi strumenti si diventa proprietari di una quota dell’ oro fisico, conservato nei caveau delle società emittenti.